TAG:
Autore:



Facebook this

Velvet is UseLess

 

Premessa: Benvenuti nel paese dove è tutto destra o sinistra, giovane o vecchio (più vecchio che giovane), sacro o profano, furbo o furbato… (si potrebbe andare avanti per sempre). Manca da troppo tempo chi si dichiara contraddittore di se stesso, chi sta nel mezzo, o chi non sta da nessuna parte; preciso nel pensiero, ma indeciso sull'appartenenza.

Un doppio passaporto, una tripla nazionalità, un portatore di geni diversi: uno di arte e uno di design (vedi anche progetto, architettura). Fuori da qui non sono novità, i dipartimenti di design sono dentro le scuole d’arte, il design nasce dall’arte e l’arte dal design, i confini sono labili.

Joe Velluto tenta con un manifesto a-design e a-arte, a de-scrivere delle regole, o più che altro delle reazioni al surplus di progetto, al sistema del design e al mercato che lo modella. 
UseLess Is More è la prima lettura del Manifesto Adesign. Più che una lettura, è un calcolo. La mostra inaugurata a Torino che porta lo stesso titolo ospita esercizi di matematica, una matematica riflessiva, una riflessione contraddittoria sugli oggetti che ci circondano, inutili già di loro per la maggiorparte. Joe Velluto gioca a spostare il valore, dalla funzione al pensiero, dal pensiero all'utilità, dal design al significato, dal significato allo spreco.    
Non sono sicuramente interventi fatti a zampe di velluto*, non hanno certo scelto di inclinare lateralmente di qualche grado il piano del tavolo o di negare la funzione di un cassetto nascondendo la chiave, gli interventi sono duri, strutturali, architettonici. Andrea Maragno (dei Joe Velluto) parla di contr-addizione, un'approcio che “…sottrae aggiungendo”. Non si tratta di interventi quanto di progettazione elaborata, progettazione inutile e allo stesso tempo più utile di quella solita, (quella) progettazione perché si può, progettazione perché piace, progettazione perché è più grande di quella precedente. Si smonta un’oggetto (sottrazione) per costruirne un’altro (addizione) ottenendo per certi versi degli oggetti stupidi che però fanno pensare.  
* zampe di velluto: quelle del gatto, morbide e silenziose (Lo Zingarelli)
Manifesto di Adesign
Idealism
Egoism
Narcissism
Communism
Socialism
Fascism
Capitalism
……….ism
Designism® 
Design is marketing.
Markething®
Il design is sistema.
Il design is sistemato.
Il design is compromesso!
Start. Chiudi sessione…Riavvia il sistema. 
Bisogna smontare il design.
Sentenza: Anti Designism®
Abuso of “design”
Sentenza: Adesign®
Vittime del Designism®:
“I’m designER than you!”
“No, I’m the designEST!
But where is la Cultura®??
Adesign come forma di comunicazione sociale. 
Not COMMONication®!
Not COMMON design!
No more serial pr-objects only!
Anti Designism®
(kill “di design” expression):
- informal
- unknownimous
- radical
- experimental
- useless
UseLess Is More®
Free your Adesign®. 
A-man

 

newsletter

Nome e Cognome

email

Commenti recenti

  • Daniel
    Aimee Mullins
    4 anni ago

    Aimee is extremely beautiful and sexy! That is one person I would love to meet.

  • lorenz0
    Torri Garibaldi
    4 anni ago

    Roberto (Marone) provo una certa necessaria, tristezza nel leggere e condividere quanto ...

  • Anselmo
    Tenda Magnetica
    4 anni ago

    Si, Roberta è possibile acquistarla.
    Basta effettuare un versamento di 139€ sul conto ...

  • Roberta
    Tenda Magnetica
    4 anni ago

    Salve, volevo un informazione se possibile, la tenda magnetica dov'è possibile acquistarla?? ...

  • utente
    4 anni ago

    Grazie per il vostro articolo ! Buon proseguimento per il tuo sito

  • pierrluigi
    4 anni ago

    ANIMALSTA?

  • pierrluigi
    Bob Noorda
    4 anni ago

    Personalmente avrei concluso sul
    "cuore della faccenda".